Dalle origini del Neoclassicismo all'iconografia risorgimentale

Palazzo Mansi, mappa piano secondo
Piano secondo

23 Neoclassicismo a Lucca
24-25 Michele Ridolfi  e il «purismo»
26-27 L’iconografia dei Principi
28-29 La pittura di storia
30 L’Unità d’Italia

 

Al secondo piano erano collocati il guardaroba e le residenze private per i cadetti. Oggi gli ambienti sono dedicati alla sezione otto-novecentesca, che espone le opere ancora legate alla tradizione classica di fine XVIII secolo quali le tele di Bernardino Nocchi, Pompeo Batoni e di Stefano Tofanelli, pittore della corte di Elisa Bonaparte, per arrivare fino alle sperimentazioni puriste di Michele Ridolfi. La sala successiva, detta dei Principi, ospita una serie di ritratti dei sovrani lucchesi a partire dal 1805, anno in cui Elisa Baciocchi, sorella di Napoleone, è nominata principessa di Lucca e Piombino. Nelle sale successive sono esposti dipinti a tematica letteraria e storica fra i quali si distinguono i soggetti di storia romana di Edoardo Gelli e di Michele Marcucci e le tele di soggetto storico del Norfini. Dopo la sala Savoia con i ritratti dei primi Re d’Italia (Vittorio Emanuele II e Umberto I alle manovre), l’ordinamento propone una serie di pregevoli ritratti due dei quali raffigurano Giacomo Puccini, rispettivamente di Edoardo Gelli e Luigi De Servi.

Stefano Tofanelli
Stefano Tofanelli (1300)
Il levar del sole
Olio su tela
Pompeo Batoni
Pompeo Batoni (111)
RITRATTO DELL' ARCIVESCOVO GIOVAN DOMENICO MANSI

NR (recupero pregresso)

Tela/ pittura a olio
Pietro Nocchi
Pietro Nocchi (475)
Ritratto di Maria Luisa di Borbone-Spagna

NR (recupero pregresso)

Tela/ pittura a olio
Pietro Nocchi
Pietro Nocchi (278)
Gruppo di persone in un interno

NR (recupero pregresso)

Tela/ pittura a olio
Michele Marcucci
Michele Marcucci (210)
Studio d'artista del Rinascimento

NR (recupero pregresso)

Tela/ pittura a olio